Lazio Cup: è tempo di bilanci e…

Tags: , , , ,

Categories: news,News Lazio Cup,News Lazio Cup Junior

Finale 2015

La stagione targata Lazio Cup è andata in archivio con tre tornei giovanili e il fiore all’occhiello, quel premio intitolato a Maurizio Maestrelli che anche quest’anno ha richiamato sul palco personalità di spicco da tutta Italia e dall’estero. Come ogni organizzazione che si rispetti, però, ora è arrivato il momento di trarre un bilancio, che sia esso negativo o positivo. Parliamo di 68 squadre ai nastri di partenza, più di 1000 ragazzi sui campi a correre dietro un pallone, sette città coinvolte e un unico grande obiettivo: la crescita, sia sportiva che umana, dei giovani chiamati a scendere sul rettangolo verde.

“Da parte nostra, come ogni anno, c’è stato il massimo impegno – la nota dell’organizzazione – Se siamo ancora qui a mettere in piedi simili iniziative è solo per la nostra grande passione e grazie al sostegno di quei pochi intimi che non abbandonano la barca. Purtroppo in un contesto storico simile portare avanti tornei del genere è una vera e propria impresa: noi, però, non abbiamo nessuna intenzione di mollare perchè la soddisfazione nel rendere felici tanti bambini è troppo grande. Un doveroso ringraziamento, quindi, va ai nostri sostenitori e, perchè no, a chi dopo nove edizioni è sempre pronto a criticare senza sapere gli sforzi profusi durante tutto l’anno”.

E per il 2017 l’impegno sarà ancora maggiore: “Negli anni abbiamo migliorato costantemente la nostra offerta: il livescore di ogni partita è una chicca che solo il Lazio Cup offre, i social network ed in particolare la nostra pagina Facebook sono cresciuti in modo esponenziale  senza dimenticare che, nonostante le difficoltà, siamo riusciti a portare in Italia la Nazionale cinese, cosa mai accaduta in precedenza. Dopo la rappresentativa della Georgia, la Nazionale dell’Iran e la selezione B Italia, insomma, non abbiamo tradito le attese. Anche se i tornei si sono appena conclusi siamo già al lavoro per dare continuità a questo progetto, sperando di tradurre in realtà i nostri sogni: tornare a 32 squadre per singolo torneo è ancora utopia ma la qualità tecnica non mancherà di sicuro”.

Appuntamento quindi al 2017, a giudicare dalle passate edizioni ci sarà da divertirsi…