LA NOSTRA STORIA

 

Il torneo Lazio Cup, riservato alla categoria Allievi è nato nel 2007 con otto squadre e venne disputato su due campi (Alatri e Guarcino). Vittoria del Siena che in finale batté il Bari ai rigori; terzo posto del Napoli.

Nel 2008 il torneo divenne internazionale e le squadre al via furono 12 con quattro estere: Partizan Belgrado, Honved Budapest, Arges Pitesti e Sigma Olomouc. Si giocò sempre sui campi di Alatri e Guarcino. Successo del Partizan Belgrado che in finale superò la Sampdoria (partita ripresa da RaiSportPiù). Terzo posto del Messina davanti ai ciechi del Sigma Olomouc.

Nel 2009 il torneo passa da 12 a 16 squadre e si gioca su 4 campi. Otto le squadre estere: nazionale Iran (novità assoluta per l’Italia), nazionale Romania, nazionale Georgia, Sparta Praga, FC Koper, Liberty Oradea, Club Nacional Lyd Asuncion. Vittoria dello Sparta Praga sulla nazionale dell’Iran (finale ripresa da RaiSporPiù e dalla televisione iraniana). Terzo posto dei paraguaiani del Club Nacional Lyd Asuncion sul Bologna.

Nel 2010 il torneo ha raddoppiato con 32 squadre, metà delle quali estere, diventando la manifestazione più importante in Italia e tra le più prestigiose del mondo, un autentico mondiale riservato alla categoria Allievi. Al via Aspire Academy Qatar, Bari, Bastia, Benfica, Cagliari, Carlin’s Boys Sanremo, Catania, Chievo Verona, Chiparamba (Zaire), Club Nacional Lyd Asuncion, Cska Sofia (Bulgaria), Etoile Lusitana (Senegal), Fiorentina, Hajduk Spalato (Croazia), Koper (Slovenia),  Maccabi Tel Aviv (Israele), Milan, Napoli, Neftchi Baku (Azerbaijan), New York Stars, Partizan Belgrado (Serbia), SC Marius Lacatus (Romania), Senica (Slovacchia), Ujpest (Ungheria). Ogni girone è composto da 2 squadre estere, una italiana ed una locale. Vittoria dell’ Aspire Academy Qatar sul Club Nacional Lyd Asuncion (finale in diretta su RaiSport2 ed in giorno seguente in differita su RaiSport1). Campi di gara: Alatri, Anagni, Arpino, Broccostella, Cassino, Castro dei Volsci, Ceprano, Fiuggi, Isola del Liri, Morolo, Sora, Supino, in pratica tutta la Ciociaria.

Nel 2011 il torneo, a 28 squadre ( 14 estere, 7 di serie A e B e 7 locali), ha avuto luogo dal 24 al 29 Maggio ad Alatri, Anagni, Boville Ernica, Casalattico, Ferentino, Fiuggi, Frosinone, FootballClub Roma, Isola del Liri, Palestrina, Piglio, Sabaudia. Queste le formazioni partecipanti: Atletico Paranaense (Brasile), Bastia, Cagliari, Clube Juventude de Caxias (Brasile), Dinamo Bucarest (Romania), Fiorentina, Grosseto, Koper (Slovenia), Lazio, Lecce, Napoli, Nazionale Ungheria, New York, Partizan Belgrado (Serbia), Reggina, Rnk Spalato (Croazia), Shamrock Rovers (Irlanda), Sparta Praga (Repubblica Ceca), Vasco da Gama (Brasile), Zenit San Pietroburgo (Russia) e Zilina (Slovacchia) e 7 squadre locali tra cui il Frosinone. La finale, disputata ad Anagni e vinta dal Partizan Belgrado,  è stata trasmessa in diretta su RaiSport2 il 29 Maggio alle 10:30.

Nel 2013 dopo un anno di stop forzato, la manifestazione è passata alla denominazione “Lazio Cup”. Una scelta inevitabile per affermare sempre di più il carattere internazionale della rassegna, senza alcun dubbio tra le più prestigiose in Italia della categoria. L’edizione 2011, infatti, che ha visto il torneo espandersi nella provincia di Roma e nel basso Lazio, ha convinto gli organizzatori ad allargarlo in tutta la regione. Lazio Cup 2013 ha visto al via 16 squadre: Dinamo Zagabria (Croazia), Eastern New York, Fiorentina, Funorte Esporte Clube (Brasile), Hangzhou Greentown (Cina), Inter, Latina, Napoli, Nazionale Ungheria, Partizan Belgrado (Serbia), Pescara, Sparta Praga, più 4 squadre locali. La finale, disputata allo stadio Francioni di Latina e trasmessa in diretta da RaiSport2 è stata vinta dall’Inter.

Nel 2014 la prestigiosa rassegna giovanile ha riproposto 16 formazioni ai nastri di partenza con una novità assoluta: la selezione B Italia allenata da Massimo Piscedda. Diverse le compagini provenienti da tutto il mondo, dai brasiliani del Botafogo F.C.  fino allo Sparta Praga, senza dimenticare gli slovacchi dello Zilina e il Domzale, squadra slovena nella quale ha mosso i primi passi da calciatore Samir Handanovic. A rappresentare l’Italia invece sono scese in campo: Livorno, Fiorentina, Inter, Cagliari, Tor di Quinto e Urbetevere più 4 squadre locali. La finale, disputata allo stadio Francioni di Latina e trasmessa in diretta da RaiSport1 è andata per il secondo anno consecutivo all’Inter, allenata da Benoit Cauet. 

Nel 2015 nuovamente 16 compagini al via con tante new entry: tra le partecipanti, infatti, per la prima volta Verona, Salernitana, Banatul Timisoara, B 93 Copenaghen e la Nazionale dell’Albania. A completare il quadro poi B Italia, Fiorentina, Roma, Inter, Latina, Frosinone e Lupa Roma più le quattro formazioni locali. La finale, disputata allo stadio Purificato di Fondi e trasmessa in diretta da RaiSport 1 è andata all’Inter, vittoriosa per la terza volta consecutiva.

Dall’edizione 2010 è stata introdotta una nuova figura, quella del testimonial: Leonardo Bonucci, difensore della Juventus e della Nazionale Italiana, è stato il primo a rappresentare la manifestazione; nel 2011 è stato il turno del giovane difensore della Juventus Frederik Sorensen. Nel 2013 il calciatore della Lazio Antonio Candreva è stato il prescelto per rappresentare il torneo mentre l’anno successivo è toccato al portiere dell’Inter e della Nazionale slovena Samir Handanovic.  Ultimo in ordine di tempo a rappresentare l’importante rassegna giovanile è stato nella scorsa edizione Danilo Cataldi, giovane centrocampista della Lazio che nel 2011 prese parte al torneo.

1455014091831