Il Napoli cala il tris: Materdei sconfitta in finale ai rigori

Tags: , , , ,

Categories: news,News Lazio Cup Junior

IMG_9749

Terza edizione e altrettanti trionfi per il Napoli nel prestigioso torneo internazionale Lazio Cup Junior, riservato alla categoria Esordienti.  La formazione azzurra oggi a pomeriggio a Fiuggi ha superato  ai calci di rigore  il Materdei: dopo i tempi regolamentari, infatti, le due squadre avevano concluso il match a reti bianche. La partita, comunque, è stata tutt’altro che noiosa. Nel primo tempo il Napoli si è lasciato preferire andando vicino al vantaggio in più di un’occasione: al 3’, infatti, ci ha provato Vergara ma la conclusione del numero 10 partenopeo si è spenta fuori di un soffio. Sul finire della prima frazione è uscita anche la Materdei che, grazie alla coppia offensiva composta da Finizio e Olimpio, ha creato più di un grattacapo alla retroguardia di mister Fabris. Nella ripresa il canovaccio della gara non è cambiato: Napoli più propositivo e Materdei in cerca del contropiede giusto per infilare il nuovo entrato Spina. Proprio il numero 12 azzurro non ha potuto nulla su un diagonale di Olimpio a dieci minuti dal termine, ma la conclusione del numero 11 rossoblù si è stampata sul palo tra la disperazione della panchina di mister Ronga. Nei tempi supplementari, invece, da registrare solo qualche scorribanda dei due nuovi entrati Maisto e Borriello ben contenuti, però, dall’attenta retroguardia della Materdei. Il resto è la lotteria dei calci di rigore: equilibrio fino all’errore di Palladino che ha centrato in pieno la traversa. Napoli alle corde ma Finizio ha sprecato il rigore della vittoria per il Materdei e Cianciulli si è lasciato ipnotizzare consegnando il match ball a Borriello che non si è fatto pregare e ha infilato Sarracino per il trionfo del Napoli. Terza affermazione in altrettante edizioni, quindi, per la compagine azzurra nel Lazio Cup Junior: dopo Urbetevere due anni fa e Lazio nella passata edizione, è toccato al Materdei inchinarsi di fronte al Napoli. Davanti al folto pubblico del “Capo i Prati” al termine della finalissima è andata in scena la premiazione dei giocatori che si sono distinti durante questa quattro giorni di sport giovanile.  La prima coppa è stata consegnata da Flavia Arduini, vice presidente del torneo, ai ragazzi della Frattese 2000. La compagine campana, infatti, durante la manifestazione si è messa in evidenza, non solo per valori tecnici (i biancazzurri hanno passato il raggruppamento per poi essere eliminati agli ottavi di finale) ma soprattutto per valori morali. Nessun cartellino giallo nè rosso per la Frattese 2000 che si è aggiudicata con pieni consensi la Coppa Fair Play, riconoscimento che in termini di categoria giovanili è sicuramente un grande traguardo. Il trofeo per il capocannoniere, invece, è andato all’attaccante del Frosinone Sergio Jirillo, capace di mettere a segno sei marcature. Il bomber canarino ha realizzato una tripletta all’esordio per poi realizzare il gol vittoria contro la Lupa Roma. Altre due reti, poi, negli ottavi di finale contro il Centro Calcio Rossonero. Va detto, però, che anche il numero 10 della Lazio Andrea Santilli ha messo a referto sei centri e ha ricevuto una targa ricordo, ma il riconoscimento come “miglior cecchino” è andato a Sergio Jirillo in quanto più giovane. Una coppa prestigiosa anche per Piero Iandoli, estremo difensore dell’Asd Pasquale Foggia Academy. Il giovane numero uno classe 2003 è stato premiato dal presidente dell’organizzazione Massimo Halasz come miglior portiere della terza edizione del Lazio Cup Junior.  Una sola rete ma tante giocate sopraffine e una tecnica al di sopra della media, invece, per Antonio Vergara. Il numero 10 del Napoli è stato premiato come miglior giocatore di questa prestigiosa rassegna giovanile da Giulio Halasz, presidente del torneo. Prima dei saluti del caso, ovviamente, la premiazione delle prime due squadre classificate: il consigliere comunale Alessandro Battisti ha consegnato il trofeo ai ragazzi della Materdei che, anche se rammaricati per la sconfitta ai calci di rigore, sicuramente saranno tornati a casa soddisfatti dopo il risultato ottenuto alla prima partecipazione in questo torneo. A consegnare la coppa al Napoli, vincitore per la terza volta in altrettante edizioni della manifestazione, invece, è stata Martina Innocenzi, assessore allo sport del Comune di Fiuggi.